Al momento stai visualizzando Riunione del consiglio di Municipio 7 del 17 Maggio

Riunione del consiglio di Municipio 7 del 17 Maggio

Molti punti in discussione a questo consiglio di Municipio 7 !

Il punto principale in discussione era la delibera per il Diritto allo studio (vedi qui sotto)

  1. La riunione inizia con il ricordo del commissario Luigi Calabresi assassinato 50 anni fa, nel 1972, una delle vittime innocenti degli anni di piombo. Una tragedia che continua a toccarci e che tutte le istituzioni democratiche non possono e non devono dimenticare.
    • Silvia Fossati è intervenuta in rappresentanza del l Municipio 7, insieme, ai rappresentanti delle istituzioni e delle forze di polizia, alla deposizione della corona in sua memoria in Via Cherubini, presenti la vedova Gemma Capra ed i figli Mario, Paolo e Luigi.
  2. Si ricorda anche la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia – giornata indetta con la risoluzione del Parlamento Europeo del 26/04/07
  3. Ex-scuola Manara: un giro ieri mattina per verificare l’avanzamento dei lavori insieme a Roberta Lamberto  e Daniela Caraceni Municipio 7  ai colleghi ed ai tecnici del comune. Finito lo sgombero rifiuti e la sanificazione degli ambienti. Ripulito il verde dei giardini, in corso i lavori di sistemazione di piccoli spazi da mettere a disposizione per un utilizzo temporaneo. Si stanno raccogliendo le manifestazioni di interesse per utilizzo temporaneo di 18 mesi.  Possibile interessamento della Protezione Civile per  l’utilizzo temporaneo della scuola una volta completati i lavori iniziali.
  4. Anagrafe in via Paravia: lavori in corso al fine di riaprirla.  Si pensa anche di utilizzare alcuni spazi che saranno liberi per altri servizi, tenendo conto che molti certificati ora si possono fare online. A questo proposito sarà aperta due giorni alla settimana: il Lunedi mattina, con la presenza di alcuni assessori, e il mercoledì pomeriggio, con rappresentati della Giunta.In quei giorni verranno raccolte anche le proposte dei cittadini per valutare la destinazione degli spazi per associazioni / iniziative del quartiere.
  5. Quale futuro per l’ex Istituto Marchiondi? L’’Istituto Marchiondi di Milano, realizzato negli anni Cinquanta da Vittoriano Viganò, è in disuso da tempo.

La storia del Marchiondi

  • Disegnato da Vittoriano Viganò nel 1954, l’Istituto Marchiondi sorse a Baggio (Milano) per accogliere circa 300 ragazzi problematici in spazi luminosi, aperti al sole e al verde.
    • Nel 2014 il Politecnico realizzò un progetto per il recupero del complesso edilizio, trasformandolo in residenza per gli studenti universitari del Politecnico. Ma a quanto pare il Politecnico ha dovuto rinunciare ufficialmente al progetto di riqualificazione del Marchiondi per i costi insostenibili dovuti a tutti i cavilli burocratici da affrontare.
    • L’edificio è considerato un capolavoro dell’architettura brutalista non solo italiana ma attualmente ridotto in stato di grave abbandono. Approfondisci

Un nuovo progetto per il Marchiondi

Il Marchiondi da ex “riformatorio” abbandonato potrebbe diventare una residenza universitaria con un intervento di riqualificazione finanziato con fondi del PNRR:

  • Il progetto è della Fondazione Collegio delle Università Milanesi, che a febbraio 2022 ha presentato all’amministrazione una manifestazione di interesse. Dal 2014 il complesso è inserito nel Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni immobiliari per la sua concessione in diritto di superficie, e proprio in questa forma la Fondazione ha chiesto di acquisirlo per 40 anni, insieme con il parco di pertinenza, per realizzare una residenza universitaria denominata “Collegio di Merito”, con circa 168 posti alloggio, spazi formativi, culturali e ricreativi, anche aperti alla cittadinanza.
  • E’ proposto come risanamento conservativo, che non solo salvaguardia “l’architettura d’autore” consolidando le strutture esistenti ma completando anche il progetto originario con un edificio previsto e mai realizzato, e mantenendo insieme lo scopo formativo per cui fu costruito. E’ sostenibile secondo il Piano Economico Finanziario, ma subordinato alla concessione dei fondi messi a disposizione da un bando del Ministero dell’Università e della Ricerca (bando Legge 338/ con cui lo Stato può cofinanziare fino al 75% gli interventi per la realizzazione di alloggi e residenze universitarie, utilizzando anche finanziamenti  del PNRR).
  • “Occorre precisare”, spiega Silvia Fossati, “che al momento il finanziamento non è stato ancora approvato essendo in attesa della concessione dei fondi messi a disposizione dal MUR con risorse del PNRR “.  Mentre  è stata approvata la delibera comunale  necessaria per permettere di fare applicazione al bando.

Delibera del Municipio 7, Fondi per il diritto allo studio: approvati i nuovi criteri. Inclusi anche gli alunni con svantaggio linguistico culturale

La Scuola Primaria Zima-Garibaldi di Via Anselmo da Baggio 58-60

L’argomento principale di discussione era questa delibera sulla scuola e per i fondi del Municipio 7 per il diritto allo studio:

Il Municipio 7, nella seduta di Consiglio del 17.5.2022, ha approvato i nuovi criteri per la ripartizione dei fondi per il diritto allo studio in discontinuità con la precedente maggioranza di centrodestra ed ha incluso anche gli alunni che presentano uno svantaggio linguistico culturale, oltre agli alunni con disabilità e con disturbi specifici dell’apprendimento. Una scelta basata su criteri di equità e pari opportunità, in linea con le indicazioni contenute nella Circolare Ministeriale n.8 del marzo del 2013.

Che questa, poi, fosse una necessità da colmare è emerso anche dalle occasioni di confronto con diversi Dirigenti Scolastici avute dall’Assessora Erica Soana, dalla Presidente e dalla Vicepresidente della Commissione Scuola Emanuela Rebecchi e Ilaria Villa.

Le scuole dell’infanzia e dei primi cicli verranno quindi maggiormente sostenute nelle loro azioni in favore di tutti quegli alunni che presentano un disagio o svantaggio, compreso quello linguistico culturale, con l’obiettivo di prevenire l’abbandono e la dispersione scolastica.

Questa Delibera, fortemente voluta dalla maggioranza del Municipio 7, rappresenta la volontà politica d’imprimere un percorso di cambiamento nelle scelte che riguardano il territorio e le persone che lo abitano.

La delibera è stata preparata da

  • Erica Soana Assessora alla scuola Municipio 7
  • Emanuela Rebecchi Presidente Commissione Scuola
  • Ilaria Villa Vicepresidente Commissione Scuola

Testo della (disponibile sull’albo pretorio) Delibera di consiglio Municipio 7, n. 11 – 17-05-2022. Linee di indirizzo per la definizione dei criteri per il riparto dei fondi del diritto allo studio. immediatamente eseguibile.

FOTO Principale, istituto Marchiondi, credits @ LombardiaBeniCulturali

 1,361 Visualizzazioni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.