Al momento stai visualizzando Aggiornamenti sul Nuovo Stadio

Aggiornamenti sul Nuovo Stadio

Giunta Comunale del 19 Gennaio 2023

Con la Deliberazione della Giunta Comunale di Milano del 19.01.2023, si chiude formalmente il dibattito pubblico sul tema San Siro e nuovo stadio di Milano.

Qui puoi scaricare il testo della Delibera

In pratica la nuova delibera recepisce integralmente le decisioni già prese in una precedente seduta del Consiglio Comunale del 22.12.2022 relativamente al Progetto di riqualificazione area San Siro e realizzazione nuovo complesso sportivo.

L’ordine del giorno, a firma del capogruppo del Pd Filippo Barberis, del dem Bruno Ceccarelli, della capogruppo dei Riformisti, Giulia Pastorella, e del consigliere della lista Sala, Marco Mazzei, invita la giunta ad apporre diverse modifiche al progetto presentato dalle squadre, anche sulla base delle richieste che arrivano da ogni parte della città.

Il Comune chiede ai club alcuni ritocchi, più o meno consistenti, al piano di fattibilità esposto durante il dibattito pubblico, che si possono riassume in queste richieste:

  1. di aumentare la capienza prevista, con raggiungimento dei 70mila posti, in modo garantire la natura popolare di accesso allo stadio e con particolare attenzione ai settori con biglietti a basso costo
  2. di aumentare la superficie di verde fruibile (circa il 18%), in modo che rappresenti almeno il 50% della superficie oggetto dell’area oggetto d’intervento.
  3. di finanziare un piano d’interventi per circa 40 milioni sulla rigenerazione dei quartieri limitrofi lo stadio, ad esempio Selinunte, utilizzando gli oneri di urbanizzazione, il contributo sul costo di costruzione, e gli extraoneri concordati con le squadre.
  4. di prevedere il maggior distanziamento possibile del nuovo stadio dalle abitazioni della vicina via Tesio e predisporre soluzioni di maggior mitigazione degli impatti sonori, anche attraverso l’uso del verde.
  5. di pretendere i più alti standard e obiettivi di sostenibilità ambientale per il cantiere e per l’area.

La discussione durante il Consiglio è stata abbastanza vivace, essendosi manifestata una corrente di pensiero trasversale a maggioranza e opposizione contraria al progetto delle squadre e soprattutto alla demolizione dello stadio Meazza che potrebbe avere un impatto ambientale significativo.

A questo proposito, nella relazione conclusiva del Dibattito Pubblico** si legge:

  • Il tema della qualità dell’aria in relazione alla fattibilità del progetto è uno dei temi più sentiti del dibattito pubblico. Le preoccupazioni maggiori riguardano il possibile incremento dei livelli d’inquinamento, soprattutto dispersioni di polveri (PM10 e PM2,5) e produzione di anidride carbonica (CO2), derivanti dalla realizzazione degli interventi.
  • Secondo uno studio del Politecnico di Milano, la produzione di CO2 per la realizzazione del nuovo impianto è di circa 180.000 tonnellate, contro le 120.000 della ristrutturazione dello stadio esistente (con una differenza del 33%).
  • la produzione di CO2 per la decostruzione e realizzazione del nuovo impianto sarebbe molto elevata (circa 210.500 tonnellate) e difficilmente compensabile (…)
  • (…) “la movimentazione dei materiali con mezzi a motore oltre che gli abbattimenti e le ricostruzioni previste condurranno con verosimile certezza a gravi violazioni dei limiti della qualità dell’aria

NOTA: ** Il Dibattito pubblico si era concluso il 18 Novembre 2022 quando il coordinatore Andrea Pillon aveva presentato la Relazione finale che abbiamo già riassunto in questo articolo. Subito dopo la nuova delibera, è stato quindi aggiornato il Dossier finale che è disponile sul sito del Dibattito Pubblico a questo link.

Ora bisogna attendere le risposte della due squadre di Milano, Inter e Milan, che dovranno rispondere in merito alle osservazioni e richieste del Comune.

 990 Visualizzazioni

Lascia un commento